La musica giusta per un matrimonio

Quando ci chiedono quale sia la musica giusta per un matrimonio, prima di rispondere prendiamo sempre qualche secondo guardando gli sposi negli occhi.
Ebbene si, per quanto potrebbe sembrare scontato, a questa domanda non esiste una risposta univoca per tutti gli sposi, ma bensì esistono alcune soluzioni tra cui scegliere in base alla personalità degli sposi e al genere di evento che si vorrebbe ricostruire.
Considerando il matrimonio un evento di grado accogliere un pubblico di diverse fasce di età non si può scegliere un formula statica. Assolutamente sconsigliato un genere hard rock e rock pesante in genere, cosi come anche hip hop o trap per tutta la durata della festa, consigliato anche sulla base dei momenti di convivialità un genere che sia coinvolgente e travolgente allo stesso tempo. La scelta della calendarizzazione della giornata è fondamentale, c’è da considerare se l’evento è un evento diurno oppure serale. Ad esempio se aveste previsto un ricco buffet di benvenuto in un matrimonio diurno, non esisterei a pensare di inserire in questa parte della giornata una soluzione live, a seconda del budget si può optare per una band o per un pianista cantante, quest’ultimo grazie alla formula acustica e con l’ausilio di alcune basi è in grado di ricreare un’atmosfera elegante e conviviale. Ad oggi i buffet nelle cerimonie sono dei veri e propri pasti completi, eleganti finger o pietanze servite al vassoio in abbondante quantità danno il via alla festa, questo momento degustativo ha una durata variabile tra i 45 minuti e le due ore. In questo periodo il dolce suono della musica live dovrà accompagnare la degustazione dei vostri ospiti senza essere invasiva con un genere evergreen, che fa venire voglia di ballare anche ai più restii, anche se vi dico fin da subito questa cosa non accadrà, in quanto gli ospiti, in questa fase non hanno prosecco in corpo a sufficienza per disinibirsi. Detto questo, arriva il momento in cui ci si siede al tavolo, ovviamente stiamo parlando dei tempi che rispettano la maggior parte dei matrimoni in Italia in questo momento, poi esistono anche delle situazioni dove per tutta la durata sarà un servizio a buffet, cosi come preferisci un light buffet e tutte le pietanze, impiantate al tavolo. Parlando per grandi numeri, una volta conclusa la fase aperitivo, gli ospiti prenderanno il posto al tavolo, dove si intratterranno per un’ora e mezza o massimo due in chiacchiere con i loro commensali. Durante questo momento è bene far riposare le orecchie con la filo diffusione, o musica di sottofondo, per dare modo agli ospiti di concedersi a chiacchiere con persone nuove o con parenti persi di vista. Cosi facendo si valorizza molto il lavoro degli chef che profondono tantissime energie per la realizzazione di un menù di nozze. Alla fine del pranzo/cena nuziale, Si arriva al taglio della torta e li vi consigliamo un attrattiva, che ci scegli un lancio di palloncini o chi i fuochi d’artificio, insomma trovate la soluzione più consona alle vostre preferenze, ora è giunto il momento dell’open bar con tutta la parte dance, in questa fase è consigliata una sezione deejay set in grado di far ballare tutti, il deejay ha possibilità in tempi brevi di cambiare genere musicale sulla base delle preferenze degli ospiti e se fosse anche un buon animatore il tuo matrimonio potrà trasformarsi in un vero e proprio party.
Potete scegliere la soluzione migliore su

http://www.musicapereventi.com/home/index?Ref=blogmusicagiustapermatrimonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *